Gambe gonfie

Gambe gonfie: averle è spesso un problema fastidioso che affligge gran parte della popolazione, soprattutto quella femminile. In questo sito troverete tutto quello che c’è da sapere sulle gambe gonfie.



Le gambe gonfie sono un problema fastidioso che, nonostante rappresenti nell’immaginario collettivo un disturbo prevalentemente femminile, può colpire sia uomini sia donne.

gambe gonfie

Analizziamo innanzitutto cosa intendiamo per gonfiore: in ambito medico, il termine gonfiore sta ad indicare un allargamento degli organi causato dall’accumulazione nei tessuti di fluidi in eccesso. L’edema (dal greco οίδημα, che significa per l’appunto gonfiore) può interessare tutto l’organismo (edema generalizzato), ma prima di essere evidente devono prima accumularsi diversi litri di liquido; oppure può interessare solo una parte circoscritta del corpo (edema localizzato), come, per l’appunto, le gambe.

rimedi gambe gonfie

L’eccesso di liquidi nelle gambe si situa nello spazio tra la cute e i muscoli, dove in condizioni normali esiste già una piccola percentuale di acqua presente nel tessuto adiposo.

Perché, allora, a volte, questa percentuale aumenta fino a provocare il rigonfiamento visibile dei nostri arti inferiori? Prima di passare alle cause, che troverete nell’apposita sezione di questo sito, scopriamo prima quali sono i principali sintomi delle gambe gonfie.

Sintomi:

Quali sono i sintomi che ci fanno presagire la presenza di gambe gonfie, permettendoci, nei casi possibili, di correre ai ripari? Ecco una lista veloce dei maggiori sintomi.

  • Gambe pesanti, indolenzite, soprattutto a fine giornata o dopo un lungo periodo in piedi.
  • Vene visibili che affiorano sulla pelle delle gambe come ad esempio le vene varicose.
  • Pesantezza, gonfiore iniziale nella zona delle caviglie.
  • Formicolii, crampi muscolari.

 

TRATTAMENTO GAMBE GONFIE: IL MASSAGGIO DRENANTE!

Gambe e caviglie gonfie non ci permettono di vivere con serenità le nostre giornate. Gli impegni quotidiani li viviamo con uno stress maggiore quando le gambe sono così pesanti e dolenti. Abbiamo difficoltà a camminare e sentiamo gli arti inferiori intorpiditi al termine della giornata. Vedremo comparire le prime vene e con ogni probabilità sperimenteremo con ricorrenza i crampi muscolari.

Oggi vedremo un trattamento per le gambe gonfie efficace, che porta un sollievo immediato e riesce a migliorare la nostra circolazione sanguigna e linfatica nel giro di qualche seduta. Stiamo parlando del massaggio drenante. Un classico, un trattamento manuale utilizzato anche dai nostri antenati, ma straordinariamente, si rivela ancora attuale grazie alla sua efficacia.

Sottoponendosi con una certa costanza al massaggio drenante riusciremo a diminuire quella spiacevole sensazione si aver sempre le gambe e le caviglie gonfie. Questo problema è molto comune specialmente tra quelle donne che, per motivi di lavoro, devono stare molte ore ferme o troppe ore in movimento. Entrambi gli stili di vita, se non adottiamo delle

scelte di prevenzione mirate, possono portare ad un eccessivo ristagno di liquidi e alla conseguente sensazione di avere sempre le gambe pese.

Concedersi una o due volte a settimana un massaggio drenante può essere un vero e proprio toccasana. Questo trattamento per le gambe gonfie, grazie alle opportune manovre, riesce a riattivare correttamente la circolazione linfatica e quella venosa, donando immediatamente un grande sollievo.

La sensazione di benessere si protrae anche nei giorni successivi, tuttavia, sottoponendosi ad un solo trattamento per le gambe gonfie non riusciremo a risolvere il nostro problema. Come per ogni altra cosa, ci vuole costanza e buona volontà.

Il massaggio drenante è privo di controindicazioni e riesce a rilassare la persona, donandogli un grande sollievo ed un senso di benessere diffuso in tutto l’organismo.  Quando entriamo nel giusto stato mentale ed ogni tessuto del nostro corpo è disteso, siamo più ricettivi al tocco della mano e lasciamo che questo ci guidi verso un nuovo stato di salute.

Il massaggiatore tratterà gambe e caviglie gonfie partendo dai piedi, seguendo sempre e soltanto la circolazione sanguigna, riattivandola. Il trattamento manuale per le gambe gonfie, se praticato con costanza, eliminerà tutti i liquidi in eccesso, diminuirà la ritenzione idrica e ci aiuterà ad intraprendere una giusta lotta contro la cellulite, incubo della maggior parte delle donne.

Il massaggio drenante può essere praticato anche nell’intimità domestica, come continuazione del trattamento fatto in cabina. Una volta apprese le tecniche base, potremo praticarlo da sole sulle nostre caviglie gonfie, stimolando i giusti punti diminuiremo sensibilmente il ristagno linfatico anche sulle gambe. 

Anche nell’auto-trattamento per le gambe gonfie bisogna mantenere una costanza di due volte a settimana, per almeno 30 minuti a seduta.

L’auto-massaggio drenante non potrà darvi gli stessi risultati di quando vi sottoponete ad un trattamento specialistico da parte di persone qualificate. Il massaggiatore potrà iniziare il trattamento partendo dal piede e passando poi al polpaccio e la coscia. Lo scopo di questo trattamento è di alleviare i problemi di gambe gonfie attraverso precise manovre.

Il massaggio drenante è si, privo di controindicazioni, ma deve essere effettuato da mani esperte. Prima di scegliere la persona che ci seguirà per tutto il trattamento delle gambe gonfie è bene capire se è un vero professionista o se finge di esserlo.

Il massaggio drenante da solo però, non fa miracoli. Per avere dei buoni risultati sulle gambe e le caviglie gonfie dobbiamo seguire una dieta alimentare sana ed equilibrata, rivolgendoci ad un nutrizionista per studiare con lui il piano migliore alle nostre esigenze,  oltre che dedicarci con costanza ad un attività sportiva.

Ti può forse interessare anche:

Cause delle gambe gonfie